CIBO per gli occhi

 

Sole, relax, cibo e buona compagnia: un mix tremendamente perfetto per questa estate! E qualcuno di noi ha anche voglia di partire per andare in vacanza.

E cosa c’è di più bello se non concedersi del tempo… Del tempo per viaggiare, per cucinare, per mangiare, per divertirsi e per nutrire gli occhi…

Avete mai pensato a quanto sia facile fare un viaggio intorno al mondo stando semplicemente in cucina a casa vostra? Divertiamoci un po’!

Ebbene “mangiare” rimane uno dei primi piaceri della vita e a poche posizioni di distanza troviamo sicuramente “viaggiare“. E se unissimo le due cose? Mangiare viaggiando! O viaggiare mangiando!

La cucina mediterranea è stata ormai dichiarata più volte la cucina più equilibrata al mondo perché utilizza tantissima verdura, prodotti freschi, pesce e frutta a volontà. È una cucina ricca di vitamine e Sali minerali che aiutano il nostro organismo a difendersi e particolarmente povera di grassi. La prima vitamina che ci viene in aiuto in questa meravigliosa dieta è la A che migliora la capacità di adattarsi ad una luce a bassa intensità e quindi di vedere meglio nelle ore notturne. La vitamina C, regina delle vitamine, invece aiuta a combattere i dannosi radicali liberi, per prevenire la cataratta o la degenerazione maculare senile.

Ma basta spostarsi un po’ più in su verso il nord Europa per assaporare nuovi odori e profumi. La cucina nordica ha come elemento comune quello di essere una dieta molto calorica perché si sviluppa in territori freddi, dove i carboidrati hanno la meglio sulle insalate miste mediterranee e dove spesso si trovano pesce, agnello e maiale. Una dieta sicuramente ricca di Omega 3 che fa bene allo sviluppo visivo dei neonati e dei bambini e che inoltre favorisce la corretta idratazione degli occhi, combattendo la secchezza oculare.

E se andassimo in territori più caldi! Viva il Messico, Paese di bellezze e contraddizioni. La cucina messicana è una delle più colorate al mondo. Ma attenzione, è anche la cucina più piccante (quante lacrime versate)! Nell’entroterra del Messico è diffuso il consumo del manzo, mentre sulle coste viene prediletto il pesce, ma primi fra tutti sono i fagioli ad avere la meglio, pensate che ne esistono di diversi colori: rossi, viola, bianchi, marroni e gialli! Anche qui possiamo fare il pieno dunque di vitamine (A, C, E) che rallentano l’invecchiamento oculare, ma un grazie particolare lo possiamo dire allo Zolfo, contenuto per esempio nell’aglio e nella cipolla che permette di rendere la lente oculare più resistente e forte. Vi è anche un cibo tipico di tale zona ad aiutare la nostra vista e alimenta i nostri sensi di colpa: il Cacao, che ricco di flavonoidi aiuta a migliorare la circolazione sanguigna negli occhi e a conservare forti cornea e cristallino.

Riprendiamo il nostro viaggio prima di ingrassare troppo, e spostiamoci in Asia. In maniera più specifica in Giappone. La tipica cucina giapponese, che è ben lontana da quella che conosciamo qui nel mondo occidentale utilizza tanto il riso cotto al vapore, pesce crudo o cotto, verdure e legumi. È una delle diete più bilanciate al mondo. Anch’essa è ricca di Omegna 3 e di vitamine, ma il grande consumo di verdure come verza, cavolo e bietole la rende una dieta ricca di Zeaxantina e la Luteina che proteggono gli occhi dall’azione dei raggi ultravioletti impedendo alle radiazioni nocive di raggiungere e danneggiare la retina. In più troviamo soia, avocado e semi oleosi come il sesamo che contengono una alta dose di vitamina E, acclamato antinfiammatorio naturale e potente antiossidante che impedisce alle radiazioni nocive di raggiungere e danneggiare la retina.

Comunque, io per ora preferisco qualcosa di fresco, tanta frutta e verdura (per fare il pieno di vitamine e sali minerali!!!) da consumare in riva al mio lago preferito ? durante le calde giornate estive. E voi? Quale cucina preferite?