Luce blu e nuove generazioni: come prevenire i danni?!

La scuola è ripartita e bambini e ragazzi stanno tornando ad una vita normale, tra la sveglia che suona sempre troppo presto e i compiti che sono tanti, le verifiche e le interrogazioni a sorpresa quando in verità si avrebbe solo voglia di godersi gli ultimi strascichi d’estate passando quanto più tempo possibile all’aria aperta sotto i delicati raggi del sole settembrino.

E diciamoci la verità, ci stiamo già dimenticando del lockdown più o meno forzato che ha imposto ai nostri figli di studiare seguendo lezioni on-line, chattando coi professori o coi compagni per un confronto ulteriore, a videochiamare gli amici del cuore per passare un po’ di tempo in compagnia. Ma non solo, quanti pomeriggi hanno passato davanti alla televisione come diversivo dalla noia. Senza contare le volte che li abbiamo sorpresi col cellulare in mano a messaggiare o sui social. Insomma, sempre davanti ad uno schermo!

La realtà di oggi vede questa situazione sempre più presente e rappresentativa del mondo che sarà, a prescindere da un eventuale nuovo momento di lockdown. I ragazzi a scuola studieranno sempre di più tramite pc e video conferenze, e l’invio di compiti, informazioni e altro avverrà sempre più tramite cellulare o tablet; quindi facciamo attenzione a questa nuova tendenza perché porterà con sé oltre ad aspetti positivi anche qualche nota negativa.

Infatti, passare molto tempo davanti ai dispositivi elettronici espone gli occhi dei ragazzi alla LUCE BLU, sia nel breve come nel lungo periodo, provocando avere effetti negativi sulla vista e sulla vita quotidiana dei giovani.

Un’ esposizione quotidiana prolungata alla LUCE BLU può causare:

  • visione annebbiata
  • occhi secchi
  • mal di testa
  • un ciclo sonno-veglia alterato portando stanchezza e irritabilità
  • nei casi più gravi anche alla depressione
  • e nel lungo periodo può portare alla degenerazione maculare fino alla cecità

Leggi il nostro articolo su questo argomento per saperne di più: Vi presento la luce blu”.

luce blu e malore ai occhi

È dunque buona regola, se non addirittura una nostra responsabilità, insegnare a coloro che più di noi passeranno tutta la vita a confrontarsi con questa LUCE BLU, come comportarsi.  

Il concetto da ricordare è PREVENZIONE. Per esempio, cominciando dalle buone abitudini:

  1. limitiamo il loro tempo davanti agli schermi (di qualsiasi tipo)
  2. attiviamo la modalità di night shift: un filtro abbinato ai dispositivi che elimina il riverbero della luce blu rendendo lo schermo più rossastro
  3. insegniamo la regola d’oro del 20-20-20 (ogni 20 minuti passati davanti un dispositivo, focalizare la vista su oggetto ad almeno 20 piedi che corrispondono a ca. 6 metri per almeno 20 secondi)
  4. arricchiamo la loro dieta di alimenti ricchi di nutrienti e proprietà antiossidanti (leggi il blog “Cibo per gli occhi”)
  5. dotiamoli di occhiali con lenti in grado di filtrare la luce blu

Questi ultimi sono strumenti ottici dotati di lenti neutre o correttive con un filtro speciale che blocca fino all’80% della luce blu dannosa e questo vale sia per quella solare che per quella emessa dai dispositivi elettronici. Alcune di queste lenti hanno una tinta leggermente giallognola, mentre altre sono praticamente trasparenti. Tendenzialmente si può affermare che più la lente è gialla e più è in grado di filtrare la LUCE BLU.

E come ogni volta consigliamo a tutti i nostri lettori, siano essi ottici o utente finale del prodotto di preferire l’acquisto dell’occhiale con lenti anti-luce blu solo presso i migliori negozi e di non cedere alla tentazione di acquistare dal miglior offerente on-line perché si rischia di ricevere un prodotto non conforme con quanto richiesto e non sicuro (che è la cosa peggiore).

Acquistare un paio di occhiali con filtro per la LUCE BLU, ricordiamoci, è un investimento che facciamo per la salute dei nostri figli al fine di preservare un dono prezioso per il loro benessere quotidiano, la vista. Ecco perché anche noi, che da anni puntiamo sulla qualità dei materiali e sulla serietà del servizio, abbiamo deciso di riservare una linea di lenti con filtro luce blu ZEISS da abbinare alle montature stileItaliano. Un prodotto autentico e certificato che garantisce la massima protezione.

Riflettiamo dunque sull’opportunità di regalare un giocattolo in meno oggi e di investire sull’occhiale giusto per la salute di domani.

Consulta il nostro blog e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità!

bambini e teenager e luce blu

Lascia un commento