Tipologie di clienti; Conoscile tutte!

⏱️ 3:50 MINUTI DI LETTURA


Che tu sia ottico, insegnante, calciatore o impiegato non importa. Tutti noi abbiamo una cosa che ci accomuna, sempre e comunque. L’ESSERE CLIENTI. Uno dei mondi più complessi e variegati che si possa studiare. Conoscere al meglio le tipologie di clienti per la tua attività è la strategia migliore per incrementare le vendite, il fatturato ed espandere la tua rete. Tu lo sai bene, i tempi e le situazioni mutano velocemente e così questi cambiamenti vanno ad influenzare le scelte di acquisto e comportamentali dei tuoi clienti. Cosa fare quindi? Leggi qui.

CORSI DI FORMAZIONE e PRATICA

Essere sempre aggiornati è il primo consiglio che vogliamo dare. E non soltanto verso le nuove collezioni e le nuove tendenze sul mercato dell’occhiale, ma anche nel mondo del marketing e della comunicazione. Quindi formati sempre, attraverso corsi sulla vendita e sulla comunicazione. Leggi i best sellers ed esercitati tanto nell’applicare i consigli che incontri lungo il cammino. Chi oggi pensa di non averne bisogno, di fatto rinuncia ad una fetta importante di potenziali acquirenti e vendite consequenziali.

TIPOLOGIE DI CLIENTI

Una volta che intuisci che tipo di persona hai davanti e quindi che tipo di comunicazione è più indicata, anticipa le sue mosse e colma le sue esigenze. Non potrà più fare a meno della tua professionalità. Vediamo ora quali sono le tipologie di clienti che si possono incontrare in un negozio di ottica. Eccoli:

L’esperto super informato

Il so tutto io sa esattamente cosa vuole e come ottenerlo. Prima di venire da te ha effettuato ogni tipo di ricerca e ha parlato con esperti del settore (eccetto te 😂). Gestiscilo con determinazione, sicurezza e massima disponibilità. Non si aspetta consigli, solo conferme di ciò che già sa. Non considerare le sue critiche come offese personali, anzi fate tesoro delle esperienze negative che ha vissuto e proponetegli soluzioni rassicuranti.

Il fashion-victim

Poco importa se gli occhiali gli stanno bene, se non si addicono per niente alla sua fisionomia e alle sue esigenze visive. Lui deve avere quell’occhiale a tutti i costi. Come uscirne? Due strade: o gli date quello che vogliono e difficilmente si lamenteranno del loro acquisto. Oppure gli proponete qualcosa che è ancora più di tendenza, addirittura anticipandola. Ricorda per lui l’importante è essere alla moda, essere top come l’ultimo influencer di grido.

Compra ON-LINE

Provano gli occhiali e hanno spesso il telefono in mano per la ricerca dell’offerta on-line migliore anche quando sono ancora all’interno del tuo punto vendita. Con questa tipologia è importante non screditare questo canale di vendita perché l’interlocutore potrebbe sentirsi attaccato nelle sue convinzioni. Mentre se siete davvero bravi, anticipatelo. Mostrategli tutti i vantaggi derivanti dall’acquisto in loco dell’occhiale. La garanzia, il servizio, la possibilità di personalizzare il prodotto, e laddove possibile, proporre un piccolo sconto. Fatelo sentire più astuto acquistando l’occhiale da voi. D’altronde non era proprio questo lo scopo? Farsi furbi provando l’occhiale in negozio e acquistandolo ad un prezzo migliore on-line?

Il fedele

Questo cliente è IL CLIENTE. Torna da te a prescindere. Molto probabilmente ti chiederà un consiglio per prendere la strada migliore, ma anche quando la scelta sarà chiara la prenderà se avrà un vostro riscontro. Non è interessato solo al servizio, è interessato a te che gli proponi il servizio in quel modo. Pe lui sei un porto sicuro.

Alla ricerca di sconti

Può essere un affarista seriale, oppure per questioni economiche, fatto sta che acquisterà nel tuo negozio perché c’è uno sconto vantaggioso. Non è fedele ad un brand e sceglierà il paio di occhiali che, a parità di caratteristiche, costerà meno di tutti. Assecondalo, e se vuoi portarlo su qualcosa di diverso, dimostragli la validità del suo investimento oggi nel lungo periodo.

Il curioso

È rimasto folgorato da qualcosa che ha appena visto, magari nella tua vetrina, oppure vuole accertarsi di qualcosa che ha scoperto e che lo incuriosisce. Entra e si avvicina all’oggetto a volte ponendo domande ben mirate. La vendita dovrà essere altrettanto fulminea.

L’amico

Quello con la faccia tosta (tutti ne abbiamo uno o peggio più di uno). Lo conosci bene, non ha freni anche quando acquista un occhiale in un altro punto vendita verrà comunque da te per sistemarlo a titolo gratuito. Non sappiamo come mai questi clienti si aspettano sempre un trattamento agevolato, e nei casi limite addirittura tenderà a sminuire il tuo lavoro. Che tu possa riservargli una via preferenziale va bene, fallo però entro limiti ben precisi fin da subito.

Lo stravagante

Della moda gli importa sì e no. Anticonformista, è sempre a caccia delle novità ed è attirato dalle collezioni di nicchia. Così facendo vuole affermare la sua identità e a rimanere sulla cresta dell’onda in un modo o nell’altro. Inutile proporgli qualcosa di classico o troppo commerciale, a lui riservate la chicca, la collezione più particolare del momento.

L’indeciso

Entra nel tuo negozio per fare un giro e “dare un’occhiata”. Non sa cosa vuole, e spesso non sa neppure di cosa ha bisogno. Guidalo senza dargli troppa scelta tutta insieme, perché tanto non si deciderà mai da solo. Fagli qualche domanda per sbloccare la situazione. Fai in modo che lui percepisca la soluzione dietro l’angolo. Poi fagli scegliere tra questo o quello, due opzioni per volta. Guidalo, riassumendo spesso i punti cardine della scelta che deve fare.

TRE CONSIGLI PER TE:

Vendere è un’arte e lo sappiamo tutti, ma vendere occhiali ha anche in sé una responsabilità grande che va colta e poi realizzata (portata a termine). Quindi concludiamo con tre semplice regole:

  1. Conosci il tuo prodotto. Non è sufficiente avere in negozio cento collezioni di occhiali per vendere, devi conoscerle ed esplorarne i confini per poter proporre il prodotto giusto alla persona giusta. Lavora con fornitori fidati e presenti in grado di rispondere velocemente e in maniera efficace alle situazioni che gli proponi.
  2. Cura il tuo look e l’ambiente circostante. L’abito fa il monaco e l’aspetto in generale deve essere coerente e funzionale al luogo di lavoro. Avere cura del proprio look ha effetti anche sulla nostra persona facendoci sentire pronti e sicuri nei confronti dei nostri clienti.
  3. Interagisci in maniera semplice, breve e concreta, utilizzando le parole giuste nel giusto ordine. Ti possono essere d’aiuto innumerevoli libri o corsi di vendita ad hoc come già detto in principio.

Quali situazioni tragicomiche, assurde ed esilaranti hai vissuto col tuo team? Facci avere le tue esperienze migliori. Quelle più divertenti verranno pubblicate nei nostri prossimi blog.

Consulta il nostro blog e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità!

Lascia un commento